Possiamo considerare l’impatto dell’impianto sull’idrosfera di livello nullo/trascurabile.

Nell’area direttamente interessata dal progetto non sono presenti corsi d’acqua di rilevante importanza: Fosso del Prete è, come distanza minima, a 700 metri, in condizioni di assoluta sicurezza per quanto concerne eventuali fenomeni erosivi o di esondazione.

Per minimizzare gli impatti sul sistema idrosfera sia in termini di emissioni che di prelievi idrici, tutte le tipologie di acque e dei reflui liquidi prodotti all’interno dell’impianto saranno gestite in maniera distinta in funzione delle loro caratteristiche: i flussi saranno raccolti in maniera separata e trattati con le migliori tecnologie presenti sul mercato.

In fase di esercizio dell’impianto, sono anche previsti interventi di mitigazione per la protezione e la gestione delle risorse idriche:

  • tutte le acque conferite tramite le biomasse in ingresso saranno depurate e riutilizzate per le necessità interne;
  • saranno raccolte in maniera adeguata e differenziata le acque di pioggia che cadono sulle varie porzioni dell’impianto e gestite in conformità alle Norme Tecniche di Attuazione del Piano di Tutela delle Acque.